PrideWeek2021

Pride a Viareggio

Dopo anni Viareggio organizza un Pride!

Bandiera rainbow firmata

Il mese del Pride è giunto a conclusione non senza importanti novità per la provincia di Lucca. La manifestazione organizzata il 26 Giugno a Viareggio dopo molti anni ha visto numerosi adesioni, soprattutto tra giovanissimə. Purtroppo abbiamo dovuto assistere anche a fenomeni omotransfobici: quando la comunità si rende visibile non importa in quale forma lo faccia, attirerà sempre l’attenzione di vigliacchi e intolleranti. Questa volta è accaduto in Piazza D’Azeglio, dove due ragazzə di cui unə minorenne sono stati aggreditə da un branco di ventenni sia verbalmente che fisicamente nel silenzio dei presenti che hanno assistito alla scena senza intervenire. In questi casi anche l’omertà fa male quanto un pugno. 

La posizione del presidente di Arci Lucca Versilia Jan Vecoli è stata chiara: “l’urgenza di una legge, come il DDL Zan attualmente in discussione al Senato, che punisca con aggravanti questi atti è evidente a chiunque: chi nega questa esigenza non lo fa per ignoranza ma per una precisa volontà politica”.

Non possiamo però credere che basti una legge ad estirpare il clima di violenza e di intolleranza che nel nostro paese è sempre più percepibile. Lo sportello FreeToBe è stato organizzato per questo: assistere chi incontra intolleranza e discriminazioni. Questa volta è accaduto in Piazza D’Azeglio, dove due ragazzə di cui unə minorenne sono stati aggreditə da un branco di ventenni sia verbalmente che fisicamente nel silenzio dei presenti che hanno assistito alla scena senza intervenire. In questi casi anche l’omertà fa male quanto un pugno.

La collaborazione con le istituzioni, le scuole e le realtà locali è essenziale per diffondere la cultura del rispetto di ogni tipo di diversità e per la rivendicazione di diritti siano essi sociali o civili. 

Iniziative rainbow in collaborazione con #FreeToBe

In questa direzione è stata organizzata l’iniziativa con il Comune di Camaiore, un piccolo passo per gettare i semi di una futura collaborazione tra Arci e amministrazione comunale: nella giornata del 28 Giugno abbiamo issato la bandiera rainbow insieme al sindaco Alessandro del Dotto, la consigliera Gloria D’Alessandro e la Presidente della commissione pari opportunità Silvia Lenzi. 

All’iniziativa erano presenti gli operatori dello sportello FreeToBe e non solo: intorno all’attività di sportellistica sempre più persone interessate ci stanno contattando per creare un luogo di aggregazione, una comunità. Questo è sintomo di un bisogno diffuso: l’esigenza di incontrarsi, di conoscersi, di costruire una realtà da condividere con tuttə. Da loro è partita l’iniziativa di issare una bandiera rainbow con la scritta “FreeToBe” nei posti che frequentano.

Le bandiere, tutte scritte a mano dalla nostra Ross, sarebbero dovute bastare ma l’iniziativa si è diffusa e ci sono pervenute numerose richieste che purtroppo non abbiamo potuto soddisfare. Il prossimo anno non ci faremo cogliere impreparati!

Lo Sportello ha terminato a maggio anche una serie di incontri con il Liceo Galileo Chini. L’iniziativa ha coinvolto sette classi in cui abbiamo parlato di storia LGBT+, identità di genere e orientamento: la risposta de ragazzə è stata inaspettatamente positiva anche sulla scia della visibilità mediatica causata dal dibattito sul DDL ZAN e il caso Fedez-Rai. Emerge un forte bisogno di discutere di questi temi in maniera seria, professionale e partecipata che superi la strumentalizzazione politica e discuta i contenuti senza tabù e pregiudizi.  L’iniziativa è stata un successo: alcunə ragazzə hanno portato questi temi all’esame di maturità,  i docenti erano entusiasti e ci hanno salutato con la promessa di ripetere l’esperienza per l’anno prossimo!
Dato l’esperimento ben riuscito, abbiamo deciso insieme a Silvia e Lara, di proporre il progetto anche ad altre scuole sul territorio.

Il prossimo appuntamento con FreeToBe è il 10 Luglio alle h. 21:30 in Via Rosselli 91 a Camaiore. Saremo lì alla presentazione Live del secondo album dei Libero Ozio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati trattano dati personali (es. dati di navigazione o indirizzi IP) e fanno uso di cookie o altri identificatori necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie o altri identificatori chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Maggiori informazioni